Tag

, , , , , ,

5a_v01

Tariffario o limite di velocità? Nel dubbio si rallenta.

Da oggi è possibile trovare in circolazione la nuovissima banconota da 20 euro, emessa dalla BCE (Banca Cessioni Estemporanee) e con innovativi sistemi anti sofisticazione. Infatti, rispetto alle vecchie banconote, presenta una finestrella visibile da entrambi i lati e rappresentante la faccia di Europa, la figura mitologica che diede il nome al nostro continente.

Secondo gli esperti, non saprà possibile contraffare la nuova banconota. Clario Manno, AD del CDA della RPM SPA, spiega che “Di fronte ai falsari facciamo linguacce, li abbiamo fregati tutti. Certo, per ora è solo sui venti euro, ma contiamo di mettere finestre in tutte le banconote“. Secondo fonti incerte, tra l’altro, a ogni ora la finestra sulla banconota si aprirà e Europa dirà “Cucù“, uscendo una volta sul fronte e una volta sul retro della banconota.

La domanda sorge spontanea: perché la finestra? Pare che la Microsoft sia pronta a lanciare Windows BCE, e conta di farsi pubblicità mettendo finestre un po’ ovunque, banconote comprese. Nonostante ciò, però, resta il costo elevato per questo sistema di sicurezza anti contraffazione, che pesa non poco sulle casse della BCE.

Secondo fonti sicure dell’IAeB (Informatori Anonimi e Bugiardi), infatti, la nuova banconota da 20 euro avrà un costo non indifferente e per recuperare in parte le spese la BCE metterà in vendita la banconota alla cifra di 23 euro. C’è però una grande novità: i possessori di un prodotto Miucrosoft regolarmente licenziato potranno avere le banconote al costo di soli 21 euro l’una.

Annunci