Tag

, , , , , , ,

cure-palliative-pediatriche

Lo strano caso dell’orsetto che soffre d’asma perché allergico ai bambini.

La super sfida all’Olimpico di Roma ha regalato emozioni e applausi, con grandi giocate e tanta storia in campo. La partita è terminata 1-1 ma, alla lunga, la Roma avrebbe meritato di vincerla. Vediamo come è andata.

Ininfluente la sequenza delle reti, siglate da Suarez e da un grandissimo goal di Florenzi dieci minuti dopo, abbiamo deciso di rivedere il punteggio in base a un altro criterio, anche perché non è cambiato molto e rispecchia appieno quanto già scritto.

Al 4′ del secondo tempo il Barcellona va in vantaggio grazie a una doppia tacchettata di Suarez sulla mano del portiere della Roma Scz… Scazz… Scesh… il primo portiere della Roma, costretto al cambio per una lussazione del dito anulare della mano sinistra. Nessuna sanzione da parte dell’arbitro e per il portiere stop previsto di 10-15 giorni massimo, ma è possibile che in meno sia di nuovo in campo.

Al 18′ del secondo tempo il pareggio: Nainggolan entra a forbice su Rafinha, in campo da meno di due minuti, e gli rompe il legamento crociato anteriore del ginocchio destro. Sostituzione e stop previsto di almeno sei mesi. Il punto però non può valere doppio perché Nainggolan è stato ammonito per l’intervento.

Le parole di Garcia, allenatore della Roma: “Noi abbiamo giocato meglio e procurato un infortunio ben più lungo, meritavamo quindi di vincere. Suarez andava ammonito e così avremmo vinto per differenza di degenza“.

Annunci