Tag

, , , , , , ,

Ingres 1

“Volevi l’ovo sodo? E ora magna!”

Clamorosa catena di intossicazioni alimentari a Cuaderno, in provincia di Padreterno, dove ha sede un ristorante cinese gestito da maltesi con passaporto ivoriano e nazionalità curda. Il ristorante è specializzato nella preparazione degli involtini primavera, ma sono proprio quelli la causa dei numerosi ricorsi al pronto soccorso che, negli ultimi cinque mesi, sono arrivati a 450.

Dopo aver analizzato gli involtini crudi, infatti, i NAS (Nasi Affilati Sniffanti) hanno appurato che gli stessi risultano in avanzato stato di decomposizione e, in alcuni casi, addirittura già decomposti e usati come ripieno di altri involtini primavera.

I proprietari, tramite il portavoce polacco di origini turche con passaporto marocchino e nazionalità armena, hanno fatto sapere che “Gli involtini primavera sono fatti a regola d’arte, secondo un antico libro di cucina magrebino, tradotto in argentino da un interprete russo di origine slovacca e passaporto ceceno falso e rubato, secondo cui gli involtini primavera si chiamano così perché si preparano in primavera e si cucinano almeno dopo due mesi di maturazione al sole. O almeno credo perché nessuno di noi conosce bene bene l’argentino“.

I NAS hanno così aperto un’inchiesta, capitanata dal PM Gherighettiah, italiano di origini belghe, con passaporto greco e nazionalità porcaputtana.

Annunci