Tag

, , , ,

muscoli-lampo

Basta docce: in arrivo la pelle sfoderabile.

Una curiosità che non lascia indifferenti, in quanto il nostro Premier in teoria saprebbe parlare l’inglese. Eppure nonostante questo ha ben tre interpreti regolarmente pagati dallo Stato (e quindi da noi cittadini) per quando parla a una platea internazionale. La cosa ancora più curiosa è che due dei tre interpreti non si avvicendano, ma lavorano insieme. Infatti ora vi spieghiamo come avviene la traduzione.

Come ben sapete Renzi parla un inglese fluente e comprensibile, ma non per tutti. Spesso i non italiani fanno fatica, per via della puzza sotto il naso, a comprendere l’italiano che parla inglese. E Renzi ha risolto il problema in maniera molto semplice.

I discorsi internazionali di Renzi, così come i suoi interventi all’estero, vengono scritti in italiano e poi tradotti da un primo interprete in inglese perfetto. Ma per non fare la figura di quello che legge parola per parola, Renzi impara a memoria i suoi interventi. E li recita in inglese. A quel punto interviene un secondo interprete che traduce dal renziano all’italiano ciò che il premier sta dicendo. Il terzo interprete traduce dall’italiano all’inglese il discorso per la platea.

Annunci