Tag

, , , , , , ,

Gli-imbecilli

La strana sensazione quando ti accorgi di avere i piedi addormentati.

Poteva essere una strage prima, una rapina finita nel sangue poi, e una semplice rapina alla fine. Ma tutto è finito nel migliore dei modi. Attimi di terrore ieri sera al supermercato Compramerda di Farfugliate dove un uomo, Davanzo Sottobanco, incensurato di 35 ani, ha prelevato un coltello nel reparto stoviglie del supermercato stesso.

Presentatosi alla cassa, anziché pagare, ha usato il coltello per minacciare la cassiera e farsi consegnare i soldi degli incassi della giornata. La donna ha prima titubato, poi vedendo la lama agitarsi di fronte al suo naso, ha aperto la cassa e ha consegnato il denaro al rapinatore.

L’uomo ha messo i soldi in un sacchetto ed è andato via. Ma ha fatto solo pochi passi, infatti appena ha passato la barriera dell’antitaccheggio, posizionata subito dopo la cassa, ha suonato l’allarme. La donna ha richiamato l’uomo che è tornato indietro giustificandosi, dicendo di non aver preso niente. Ha posato il sacchetto con le banconote sul rullo ed è ripassato dall’antitaccheggio che ha suonato di nuovo.

A quel punto la commessa, Girolama Sfrontata, ha capito tutto. “Gli ho detto di posare il coltello e provare di nuovo. L’ha fatto e l’antitaccheggio non ha suonato” dice la donna “A quel punto si è scusato, ha pagato il coltello ed è andato via. Quando uno è onesto è onesto. In fondo non si era ricordato di aver preso il coltello da noi, credeva di averlo portato da casa sua“.

A questo punto restava il dubbio sull’identità dell’uomo, ma la Sfrontata ha risolto anche questo problema: “Quando ha pagato ha dato anche la tessera punti perché il coltello dava 50 punti in omaggio, quindi risalire a lui non sarà un problema“. E così è stato. I punti omaggio sono stati annullati in primo grado, ma il Sottobanco ha presentato appello.

Annunci