Tag

, , , , , ,

vancouver_3

Trova il pugile cornificato durante gli allenamenti. Un indizio: non è su una barca.

Si chiama Daniela Ducato e viene dalla Sardegna. L’otto marzo di quest’anno ha ricevuto un prestigioso riconoscimento dal Presidente della Repubblica per la sua attività imprenditoriale che punta all’innovazione, l’ecologia e la cooperazione.

Il presidente della IBR (Incredible But Real), associazione internazionale che premia le imprese impossibili compiute dagli abitanti della Terra, ha consegnato alla Ducato un premio che raramente viene concesso, e anzi questa è la prima volta. Istituito nel 1945, non era mai capitata l’occasione per consegnarlo.

Ma oggi finalmente è successo: L’IBR Prize è stato consegnato alla Ducato non tanto per la sua attività, per la quale ha ricevuto decine di riconoscimenti in tutto il mondo, quanto per l’incredibile storia che si porta dietro, riassunta nella motivazione espressa dalla giuria.

L’unica eccellenza italiana” recita il certificato di assegnazione “che è riuscita a conquistare da viva un riconoscimento in Italia della sua attività futuristica ed ecologista a favore dell’umanità intera“.

Intanto cominciano a intravedersi le prime nubi sulla liceità di questo premio, infatti pare che la consegna di un riconoscimento ineccepibile a una donna, da parte dell’Italia, nel giorno della festa della donna, possa rappresentare un atto di semplice paraculismo e non un vero, quanto meritato, riconoscimento del valore. Sulla questione si esprimerà il presidente dellla IBR nei prossimi giorni.

Annunci