Tag

,

tremende-foto-di-uomini-con-gatti-nudo

Il gatto non sembra molto d’accordo.

Oggi vogliamo dare spazio a una domanda che ci ha incuriosito subito, e che abbiamo girato al nostro esperto Gallonzio Polluzio, noto tuttologo di fama pianerottorale. Ci scrive Carallo Spavaldo.

Caro Esperto Risponde, sono anni che osservo i cartelli scritti un po’ ovunque e da qualche tempo ho notato che, in posti come stazioni e aeroporti, spesso viene riportata la scritta anche in Braille, ovvero la scrittura per ciechi. Per quale motivo, però, tale sistema non viene usato sui pali dell’alta tensione accanto alla normale scritta “Chi tocca muore”?. Grazie“.

Risponde, come dicevamo, Gallonzio Polluzio.

Caro Carallo, la tua è una domanda molto interessante, che però ha una risposta molto precisa e indiscutibile. Il motivo per cui non si utilizza il cartello con il messaggio in braille sui pali dell’alta tensione è solo economico. Infatti stampare centinaia di migliaia di cartelli costerebbe troppo e sarebbe anche una spesa inutile. Prima di tutto perché non è vero che chi tocca i pali dell’alta tensione muore, o meglio, non subito. Prima o poi morirà, è vero, ma non sul momento. In secondo luogo, anche ammettendo che l’avvertimento dica la verità, e cioè che chi tocca i pali muore, scriverlo in braille non servirebbe a nulla perché per leggerlo i ciechi dovrebbero toccarlo, e di conseguenza morirebbero.

Annunci