Tag

, , , , , , ,

bar-ano1

Quando capirete che cosa rappresenta questo bar non ci andrete mai.

Aveva un lavoro, una bella casa e una famiglia dieci anni fa. Poi la crisi l’ha travolto. Ha perso il lavoro, gli hanno pignorato la casa, la moglie l’ha lasciato per andare a vivere con i figli dal lattatio, e tutto perché lui non aveva più un becco di un quattrino.

Solo e senza una casa, viveva sotto i portici di via Castrolatto a Maliante, ricca cittadina ventestra. Una mattina gli hanno lasciato un euro nel berretto con cui chiedeva l’elemosina e lui, non potendo mangiare, li ha giocati al Superenalotto.

Il caso ha voluto che la fortuna lo baciasse. Ha vinto sedici milioni di euro. Ha aperto un conto corrente e ha incassato il premio. Ha investito quei soldi in una villa arredata a Montecarlo e proprio in quell’abitazione si è impiccato con la cinghia che tanto stringeva nei giorni precedenti la vincita.

Queste le sue ultime parole, scritte su un biglietto.

Da tanto pensavo a questo gesto, ma non avevo un posto in cui far passare la cinghia. Così quando mi sono ritrovato con tutti quei soldi ho deciso di comprare questa villa e qui l’ho fatta finita.

P.S.: il lattaio ce l’ha piccolo e soffre di eiaculazione precoce, me l’ha detto mia moglie.

Annunci