Tag

, , , , , ,

10296-ventola-computer-componenti-pc

Componenti per computer onesti, comprate tutti Akasa.

Una vasta operazione della Guardia di Finanza, in coordinazione con il NASF (Nucleo Anti Sofisticazioni Farlocche), i SEO di tutto il mondo e Mark Zuckerberg, ha portato alla luce una stratosferica evasione fiscale stimata in circa 35 miliardi di euro. A rivelarlo è la stessa Guardia di Finanza, tramite il comandante generale massimo Granduca D’Aosta.

Siamo rimasti stupiti anche noi, e forse non è finita qua” dice D’Aosta, “Contiamo di proseguire nell’operazione fino a scovare l’ultimo evasore“. L’operazione è partita da alcune segnalazioni che riguardavano presunti scrittori presso Me Stesso, titolari presso Me Stesso, e varie figure professionali tutte occupate presso Me Stesso secondo le indicazioni fornite al noto social network Facebook.

Si è così scoperto che Me Stesso è il datore di lavoro di circa 200.000 persone solo in Italia, persone che risultano assolutamente sconosciute al fisco italiano. Peraltro anche Me Stesso risulta non possedere alcuna personalità giuridica, partita IVA o iscrizione ad albi ed elenchi delle Camere di Commercio.

I militari hanno provveduto quindi a verificare che tutte le posizioni lavorative fossero in nero, scoprendo l’evasione citata di circa 35 miliardi di euro. Sono in corso di spedizione le convocazioni nelle questure italiane sia dei proprietari della fantomatica Me Stesso, sia dei dipendenti della stessa azienda, appunto i 200.000 che hanno dichiarato su Facebook di lavorare presso Me Stesso.

Siamo convinti” dice ancora D’Aosta, “che l’indagine si allargherà anche ad altre aziende sconosciute al fisco, come Se Stesso, Me Medesimo e A Me Casa. Considerando il recupero delle imposte e contributi, e delle sanzioni, lo Stato Italiano potrebbe fare cinque o sei finanziarie solo con questi soldi“.

Nei prossimi giorni forniremo ulteriori aggiornamenti.

Annunci