Tag

, , , , , , , ,

ImageGen

In arrivo l’euro flessibile. Inutile e costoso.

Allarme nell’ufficio postale di Cantoriale, in provincia di Ennesima, dove gli addetti allo smistamento della corrispondenza hanno avuto una sgradita sorpresa mentre maneggiavano una busta del tipo sacboll gialla, indirizzata a un loro compaesano.

Dalla busta, infatti, è uscita un po’ di polvere bianca e subito sono stati allertati i carabinieri e i vigili del fuoco, temendo un attacco chimico con antrace, o peggio un ordigno esplosivo. Anche se in effetti non sapevano bene cosa sarebbe stato peggio.

Sul posto sono giunti anche gli artificieri che, però, hanno subito escluso la presenza di esplosivo. I bonificatori dei vigili urbani erano invece incerti sul contenuto della busta, ma per fortuna tutto è stato risolto.

Infatti proprio in quel momento entrava in posta Ubaldo, cane antidroga in pensione, per ritirare proprio la pensione. Appena dentro ha cominciato a sniffare l’aria e si è lanciato nel retro degli uffici puntando la busta. Mistero quindi risolto, si trattava di una busta contenente mezzo chilo di cocaina.

Il destinatario del pacchetto ha dichiarato di non essere in attesa di alcun pacchetto, ed è stato allora contattato il mittente, che stranamente era lo stesso destinatario, ovvero Pieragave Santorini. A questo punto l’uomo ha dovuto confessare: “Lo ammetto, mi sono spedito questa droga dalla Colombia, dove ero in vacanza. Avrei dovuto utilizzare un corriere della droga ma costava troppo, e anche il corriere normale non scherzava. A quel punto ho scelto di mandarmela con posta prioritaria“.

L’uomo è stato arrestato. Caso risolto.

Annunci