Tag

, , , , , , ,

vacanze-destate

Trovata bottiglia con dentro un messaggio: “Mandacene un’altra piena”

Da tempo se ne parla, tra fantasia e realtà, tra allarmi e prese per i fondelli, ma adesso, grazie a un caso eclatante, è stata scoperta la verità sui microchip sottocutanei. E non è dato capire se sono verità positive o negative.

Un sequestratore di professione ha sequestrato, l’altra notte, un imprenditore edile e l’ha condotto in un luogo lontano e introvabile. O almeno di questo era convinto lui. Infatti nel giro di due ore dal momento del sequestro, l’uomo è stato individuato e catturato, arrivando alla liberazione dell’ostaggio.

Ciò che stupisce è la modalità grazie alla quale è stato rintracciato: infatti pare che la polizia abbia chiesto al NWO di rintracciare l’imprenditore attraverso il microchip sottocutaneo presente in tutti gli abitanti del pianeta, inoculato insieme al vaccino esavalente. Il NWO non ha esitato un attimo e gli ha dato le coordinate esatte del luogo in cui l’imprenditore era tenuto segregato dopo sei secondi esatti.

A quel punto trovarlo è stato un gioco da ragazzi. I poliziotti si sono recati sul luogo della reclusione e hanno atteso il rapitore, che è arrivato con i beni di prima necessità per il suo ostaggio: un panino con cipolle e bistecca di cavallo, e l’ultimo numero di una rivista pornografica. A quel punto sono scattate le manette ed è stato liberato l’ostaggio.

La polizia ha inizialmente negato l’utilizzo del microchip e il ricorso al NWO, ma poi si è tradita durante la conferenza stampa. Quindi questa è, a tutti gli effetti, la prima volta che viene ammesso il legame tra vaccini e microchip sottocutaneo, e solo noi di notiZZie ve l’abbiamo svelato in anteprima. Ma adesso come la mettiamo con la privacy? Dovrebbe infatti essere ormai chiaro che il NWO ci può trovare in qualsiasi momento in pochi secondi.

Annunci