Tag

, , , , , ,

cozze-gratinate-03

Accozzaglia di mitili

Burloni. Pagati profumatamente, scansafatiche ma burloni. Peccato però che non brillino in originalità. Tutto questo per dire che ridere fa bene, ma quando si ride troppo il rischio è quello di soffocare. E questo pare sia successo ieri sera alle 15:30 durante la seconda votazione del giorno per l’elezione del Presidente della Repubblica.

Presi da una concomitante voglia di farsi due risate, alcuni parlamentari allo scazzo più totale hanno deciso di indicare Rocco Siffredi come nuovo Presidente. Durante gli scrutini si è passati gradualmente da una condizione di sghignazzamento totale al più efferato sconcerto quando, alla lettura del seicentrotrentasettesimo fogliettino, il nome letto era per la 637.esima volta sempre lo stesso.

Non Mattarella, come si potrebbe pensare, o Imposimato o Prodi. Nessuno di questi. Dicevamo dell’originalità, di quanta poca ce ne sia nell’umorismo, soprattutto in chi umorista di professione non è. Ebbene, tutti hanno indicato Rocco Siffredi come presidente. Alla fine dello scrutinio infatti è risultato eletto con 690 voti. La Boldrini, leggendo le risultanze delle votazioni, è impallidita.

Da ieri sono tutti impegnati a cercare un cavillo per annullare la votazione, o annullare almeno quei sessanta voti che sanciscono l’elezione, per evitare una catastrofe politica, economica e d’immagine. Se entro le 11:00 non si troverà la via di fuga, avremo un presidente della Repubblica di inedita provenienza.

Intanto Rocco Siffredi è stato contattato direttamente sull’Isola dei famosi, dalla quale ha dichiarato: “Io presidente? Questa è una cazzata enorme. Certo, anche io c’ho un cazzo enorme. Quindi per la teoria dei falli comunicanti, è possibile. Ora scusate ma ho un 69 che mi aspetta“.

Annunci