Tag

, , , , , , , , ,

foto-buffe-0048

La nuova moda: basta depilarsi l’inguine e via di permanente.

La crisi c’è e si fa sentire. Ma con questa vicenda non ha niente a che fare. Era per iniziare l’articolo in maniera attira-click. Eppure, nonostante la crisi, la gente va in pizzeria. Certo che se il cliente viene trattato male c’è poco da lamentarsi.

Granduomo Pranotera, un operaio di 35 anni, ieri sera è andato in pizzeria, ma non una pizzeria qualsiasi. Una volta seduto al tavolino è arrivato il cameriere, un po’ nervoso. Non era l’unico cliente, ma la sala era quasi vuota. Quando il cameriere ha chiesto l’ordinazione è sbiancato alla risposta, andando a chiamare immediatamente il titolare.

L’uomo, Pizza Aiuolo, di Napoli, è arrivato rosso come un peperone. Si è fatto ripetere l’ordinazione che il Pranotera ha confermato: “Una pizza ai quattro formaggi“. A quel punto la tragedia ha preso corpo. Il pizzaiolo ha cominciato a urlare e a malmenarlo fino a ridurlo in fin di vita.

Abbiamo raggiunto l’Aiuolo, che ha chiarito la situazione: “Il tizio è venuto qua a chiedere una pizza ai Quattro Formaggi. Ma Quattro Formaggi è una pizzeria aperta da poco dietro l’angolo, che ci sta rubando tutti i clienti. Spesso vengono qua perché non trovano posto di là e me lo dicono pure. Quindi ero convinto che mi stesse chiedendo una pizza fatta da quelli della Quattro Formaggi. Mi scuso per l’inconveniente, la prossima volta che verrà gli offriremo una pizza gratis, purché non sia una quattro formaggi“.

Chiarito l’equivoco, il Pranotera si recherà stasera stessa in pizzeria per riscuotere la pizza omaggio. Gli abbiamo chiesto quale pizza ordinerà. “Una quattro formaggi” ha risposto. Un nostro inviato sarà sul posto.

Annunci