Tag

, , , , , ,

NHOn1Ab0cCm2qJZoo5g=--

In arrivo anche in Italia il vestito con il finto segno dell’abbronzatura.

Trenitalia si butta a capofitto nel marketing extra gestionale, andando a coprire un mercato in forte espansione che non conoscerà mai crisi: quello dei profilattici. Ha infatti deciso di iniziare la nuova avventura con prodotti che richiamino in qualche modo il brand aziendale, sfruttando peraltro il brevettato sistema di controllo dei treni in suo possesso.

Così è nato Frecciarosa, il primo profilattico con ritardo programmabile. In realtà ogni singolo profilattico è dotato di microchip personalizzabile anche fino a cinque minuti prima dell’uso. Basterà, grazie al bluetooth, impostare un orario entro cui venire e il profilattico calcolerà, a seconda delle impostazioni di fabbrica, 10, 15, 30, 45 o 60 minuti di ritardo.

Frecciarosa è disponibile in diverse versioni a seconda del ritardo desiderato. Intanto l’Adiconsum (Adiconsum) lancia l’allarme: “Abbiamo testato il prodotto e purtroppo dobbiamo far notare che, in caso di soppressione della corsa, il profilattico procede con l’evirazione“.

Secca la smentita di Trenitalia: “Non è vero, e se anche fosse rimborseremmo per la soppressione con un fallo di gomma autoinchiostrante“.

Annunci