Tag

, , , , , , , ,

20081022-2395821193_e8685c5a26_o

“Noi sappiamo tutto, noi siamo la Tre Cani”.

Quando si dice “le coincidenze”. Esattamente quando due cose capitano come se fossero concatenate ma non lo sono. Ecco quando si dice. Ma tutto questo ci porta ai misteri e a terre misteriose, dove il sole tramonta dopo aver attraversato il cielo da est a ovest. Dove il sole sorge sul  mare e sul mare tramonta. Stiamo parlando di un’isola: la Sardegna.

Fin dall’antichità nota per misteri irrisolvibili, come i cantieri sulla 131, la Sardegna ci ha svelato questa mattina un altro mistero che però, lo diciamo subito, è stato risolto in quattro e quattr’otto. Decine di decine, in pratica centinaia di cerchi nel grano di cui nessuno pare sapere niente, nemmeno il proprietario del terreno.

Gavino Sardissimo, questo il nome dell’agricoltore, è proprietario di un terreno di circa dieci ettari coltivati a grano. Questa mattina una telefonata anonima, fatta da un carrozziere di Arroddugo’, in provincia di Sarraglioni, di nome Puddu Ripuddu, ha fatto scattare l’allarme. I carabinieri si sono presentati quindi sul terreno del Sardissimo trovando centinaia di cerchi nella sua proprietà.

I cerchi, in lega, sono poi stati tutti identificati come quelli rubati negli ultimi mesi in decine di auto parcheggiate in tutta l’isola, lasciate con i mozzi sui blocchetti. La refurtiva era abilmente nascosta tra il grano, in modo tale che nessuno l’avrebbe mai scoperta fino alla mietitura.

Sotto inchiesta il proprietario che però si giustifica: “Io niente so, cercate altrove, sono vittima anche io di questo avvenimento. A proposito, se vi servono cerchi in lega per le volanti, io ne ho quattro in pronta consegna, usati pochissimo“.

L’uomo è stato arrestato, infatti stava cercando di scappare.

Annunci