Tag

, , , , ,

pneumatico-auto-doppio-ruota-novità

Quando alla catena di montaggio si beve troppo

Curioso fatto di cronaca ieri sera a Pallaora, dove una ragazza, Fighetta Slabbrata di trent’anni, ha posto fine al tormento che le sue narici subivano da tre mesi a questa parte quando usciva con il suo nuovo toy-boy, ovvero un diciottenne ancora in piena tempesta ormonale.

Stufa degli effluvi delle ascelle di lui, la Slabbrata ha deciso, durante la notte, di asportargli le ghiandole sudoripare delle ascelle ma ha esagerato e ha asportato completamente tutte le ascelle.

Al ragazzo al risveglio, appena si è accorto dell’assenza delle ascelle, sono cascate le braccia. Nel vero senso della parola, perché senza più ascelle le braccia non stanno attaccate al corpo.

Demetrio Dementis, esperto bracciologo di fama mondiale, conferma: “L’utiltà delle ascelle è quella: tenere le braccia attaccate al tronco. Come se fossero un pezzo di nastro adesivo, per intenderci. Senza ascelle niente braccia. La conferma la potete avere nelle naguille, che non hanno ascelle e, infatti, nemmeno braccia“.

Intanto all’uomo, al posto delle ascelle, sono state incollate due protesi fatte con iPhone 6, per la duttilità del telefono al piegamento delle braccia, a cui sono state attaccate le protesi con un’app specifica.

Annunci