Tag

, , , , , ,

bisogni-1

Parità di trattamento: obbligo per i cani di raccogliere gli escrementi dei padroni.

A Topicapichi, piccolo stato dell’Eutropia del Nord, non c’era mai stato alcun incidente ferroviario fino all’altro ieri quando un treno ha deragliato finendo la sua corsa diviso perfettamente in due parti per la lunghezza.

Pare che il motivo dell’incidente sia da ascrivere a una lama sulle rotaie che ha fatto sì che accadesse l’imponderabile. Le notizie frammentarie che arrivano da Topicapichi parlano di ventisette feriti, nessuno in modo grave, e nessun morto.

La dinamica: pare che un lama di sesso femminile fosse incastrata sulle rotaie, probabilmente con una zampina o forse due, quando il treno è sopraggiunto al massimo della sua velocità. La frenata è stata devastante.

Infatti le rotaie, non studiate per simili frenate, hanno fatto uscire la locomotiva dai binari e si è tirata dietro i vagoni contro un palo della luce in legno. Pare però che l’anima del palo fosse in adamantio, materiale indistruttibile, per cui il treno anziché abbatterlo l’ha usato come spartiacque per le due parti destra e sinistra.

I due filoni sono andati in direzioni opposte, evitando però così conseguenze peggiori perché proprio venti metri più avanti, in direzione del palo, ci fosse un deposito con settemila tonnellate di tritolo da utilizzare per ultimare una galleria poco più in là.

Il primo ministro, Matthaflù Renzybally, afferma: “Quando lama non taglia, treno deraglia e palo frastaglia. Buon segnale, finiremo il tunnel e usciremo dalla crisi“.

Annunci