Tag

, , , , , , ,

salve-ragazzi

Aspirante fachiro o suicida?

Non è un uomo come tanti, ma qualcuno che è stato mandato a cambiare la Chiesa e il mondo, Papa Francesco. Durante un’intervista ha infatti aperto le porte delle chiese agli omosessuali, definendoli “uomini prima ancora che etichette“.

Ci insegnano, e vi insegno, che siamo tutti fratelli, siamo tutti uguali. Chi siamo noi per negare a un fratello l’accesso alla casa del Signore? Non sia l’uomo causa di discriminazione che Dio non farebbe, e si limiti ad essere la mano del Signore, non la testa“.

Con queste parole quindi è possibile interpretare un’apertura a tutto tondo da parte del Papa agli omosessuali e, in generale, al mondo LGBT. Il Papa, su esplicita richiesta, ha però voluto fare alcune doverose precisazioni. Alla domanda “Quindi se siamo tutti uguali, Razzi e Calderoli sono come noi?” il santo padre ha risposto:  “Ti rispondo facendoti una domanda: il tuo animale domestico lo consideri un cristiano?“.

Al “No” del giornalista allora il Papa ha precisato, stizzito: “Ecco, allora niente domande stupide“.

Annunci