Tag

, , , , , , ,

VIA-LOMBARDIA-ALLAGATA

Estate 2014, turisti italiani pigri: se il turista non va al mare, il mare va a cercarlo in città.

Niente di nuovo su fronte orientale, se non fosse che questa volta i prodotti pericolosi venduti nei negozi cinesi sparsi in tutta Italia sono dei vaccini. Infatti il mercato cinese è in forte espansione e ha sempre nuove trovate per stupire, colonizzare, rubare spazio al mercato italiano con prezzi nettamente più concorrenziali.

Dopo uno studio durato dieci minuti, effettuato sguinzagliando osservatori in tutte le farmacie dello stivale, hanno prodotto un vaccino antinfluenzale altamente competitivo, venduto a un euro ogni cinque confezioni. Tra gli ingredienti indicati nella confezione, si riscontrano code di rospo e sudore di vergine.

Il Ministero della Sanità, che inizialmente aveva bloccato la vendita di questi vaccini sospetti, adesso ha deciso di approvarne la distribuzione, purché i negozianti giurino che non siano pericolosi. L’eventuale analisi dell’Osservatorio Centrale Italiano Omeopatici (OCIO) avverrà solo dopo le ferie, e solo una volta smaltito il carico di lavoro, quindi presumibilmente non prima del 31 ottobre 2018.

Abbiamo intervistato il direttore dell’OCIO: “I vaccini sono assolutamente innocui e curano, prevenendola, l’influenza di qualsiasi tipo, oltre che prevenire la formazione della carie. L’abbiamo appurato durante una riunione con l’Assessorato Estero Cinese all’Esportazione di Prodotti Creati Alla Cazzo (AECEPCAC), quando ci hanno mostrato la ricevuta dei bonifici fatti a noi dirigenti per approvare la commercializzazione“.

Siccome siamo rimasti stupiti per questa dichiarazione, abbiamo chiesto chiarimenti, questa la risposta: “Voi distorcete sempre le notizie, abbiamo detto che ci hanno mostrato i risultati scientifici di efficacia e persistenza oltre l’avamposto della cintura di Orione, peraltro con scappellamento a destra“. Non siamo sicuri di aver capito, devono essere termini tecnici.

Annunci