Tag

, , , , , , , ,

ciucci

Consiglio ai genitori: se fate certe cose poi non lamentatevi dei patricidi.

Un paleontologo di fama mondiale, e con una fame micidiale per essere rimasto senza lavoro, ha svelato al mondo la sua incredibile scoperta che lascerà tutti di sasso: i leocorni sapevano nuotare.

Ci son due coccodrilli, e un orango tango, due piccoli serpenti, un’aquila reale, un gatto e un topo e un elefante, non manca più nessuno, solo non si vedono i due leocorni“. Questa la filastrocca che spiegava fino a ieri come mai non esistesse un animale come il leocorno: si erano estinti perché non avevano fatto in tempo a salire sull’arca.

Ma James Parass, il paleontologo di cui sopra, ha svelato che, secondo alcuni testi apocrifi e l’attento studio di animali simili ai leocorni (gli unicorni), pare che questi animali fossero ottimi nuotatori. Ma quali sarebbero i risvolti di una simile scoperta?

La teoria di Parass ipotizza che Noè abbia deliberatamente estinto i leocorni usandoli come pietanza prelibata, per poi usare la scusa del ritardo all’imbarco per giustificarne l’assenza sull’arca. Scusa che è diventata, nei millenni, un tormentone.

Altra ipotesi del Parass è che sia il noto regista assassino Steven Spielberg il responsabile dell’assenza dei leocorni all’imbarco dell’Arca Noè.

Annunci