Tag

, , , , , , , , , ,

fichi

Cioè, raghi, questa foto è una ficata.

Per anni ha ammorbato le bacheche dei suoi contatti di Faysbùc con foto di gattini raccogliendo la cifra record di tre fantastiliardi di “like”. Ma Deodorico Frame non era il tenerone che tutti credevano.

Dopo l’ennesima foto di gattini postata, grazie al cugino di uno che lavora alla Polizia Postale, gli inquirenti hanno ordinato la perquisizione di casa sua. Nella sua abitazione però non hanno trovato niente. Ma proprio niente, nemmeno un pelo di gatto.

Incuriositi dal fatto, hanno eseguito approfondite analisi scoprendo che l’uomo, in realtà, non era un amante dei gattini pucciosi, ma piuttosto un assassino seriale. E questo spiega e conferma le teorie secondo cui chi posta molte foto di gattini coccolosi è una persona pericolosa (studio NASA – inverno 2013/14 – Giuditta). Il Frame, infatti, dopo aver ucciso le sue vittime, scattava decine di foto dei loro gattini per poi postarle su Faysbùc.

La cosa che più sconvolge, però, è che l’uomo sceglieva le sua vittime proprio con questo criterio: chiunque avesse almeno un gattino in casa (non importava il sesso della sua vittima) era per lui una vittima, a prescindere. Da cosa? Da tutto.

Annunci