Tag

, , , , , , , , ,

uomo-distinto-anziano-9575044

Dio, Divinità con pipa (notte dei tempi), tecnica selfie

Pinzello Aristocasto, un giovane nulla facente stitico di Navigliate sul Lambro, è diventato ricco grazie alla sua pittura a olio che, nel giro di poche settimane, è stata apprezzata e supervalutata dalle maggiori gallerie d’arte mondiali.

L’Aristocasto ha pubblicato per sbaglio una delle opere che lui teneva gelosamente in bagno ed è partita l’asta che, per il primo dipinto, ha raggiunto la stratosferica quotazione di cinque milioni di euro in tre minuti netti. Dopo il primo successo i prezzi delle altre opere sono lievitati fino ad acquistare più valore dei quadri di Van Gold.

La tecnica di pittura, effettivamente rivoluzionaria, ce la spiega direttamente l’artista: “Ero stitico, e presi l’olio di ricino, ma non bastò. Ne presi allora una razione quadrupla e, mentre raccoglievo un tubetto che m’era caduto, m’è partito uno scquacquar-house (NdR: schizzo marrone, liquidastro e maleodorante proveniente dal deretano in condizioni di diarrea a scoppio) e ho imbrattato la tela. Non avendo voglia di pulirlo, ho fatto una foto e l’ho lasciato così. Poi per sbaglio ho messo la foto su Facebook, il resto è storia recente“.

Il critico d’arte Marcello Celoblu conferma: “Per riconoscere un Aristocasto basta sentire l’odore“.

Annunci